Archive for August, 2008

Nel «mirino» lucciole, degrado e mendicanti

Posted on August 23, 2008. Filed under: nbc news | Tags: , , , , |

Dopo il decreto del ministro dell’Interno Roberto Maroni che assegna i superpoteri ai sindaci anche in materia di sicurezza e degrado, il sindaco Letizia Moratti ha incaricato i tecnici del Comune e il comandante della polizia locale Emiliano Bezzon di stilare l’ordinanza che consentirà di affrontare con mezzi più efficaci i maggiori problemi della città. Come la prostituzione esercitata in strada che sarà combattuta portando fino a 500 euro la multa comminata ai clienti sorpresi a contrattare con le «lucciole» o in loro compagnia. In arrivo, annuncia il vicesindaco Riccardo De Corato, anche le norme contro l’accattonaggio e i lavavetri. «Cercheremo – spiega – di colpire i genitori offrendo ai minori protezione e un percorso di accompagnamento per liberarsi dal racket. Solo così possiamo sperare che ci raccontino gli abusi di cui sono vittime e che ci consentiranno di arrestare i loro aguzzini». Nel mirino della Moratti anche i writers. Pene severe, fra cui l’obbligo di ripulire muri e monumenti danneggiati, per chi verrà sorpreso a imbrattare palazzi o statue. Oltre, ovviamente, a multe salatissime. In via di definizione anche il capitolo truffe agli anziani che saranno protetti da regole molto più severe.

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=284906

Read Full Post | Make a Comment ( None so far )

Pensionata scippata da balordi in motorino: cade, è in coma

Posted on August 23, 2008. Filed under: leggi internet | Tags: , , , , , , , |

da Portici (Napoli)Due malviventi, una moto, una borsetta nel mirino. Poi, lo scippo: la vittima che non ci sta a subire, che cerca di resistere ai banditi e al loro strapotere fisico ma ha la peggio. Trascinata a terra per una decina di metri, Angela Formicola, 68 anni, sbatte con la testa sull’asfalto e sviene. Accanto a se, la borsetta che ha difeso strenuamente, contenente pochi soldi. Da tre giorni, l’ultima vittima della criminalità napoletana è in coma farmacologico e lotta per sopravvivere. Ricorda l’anziana di Desio, massacrata dagli scippatori, la storia di Angela, ma anche la tragedia di Luisa Scafora, aggredita con le stesse modalità, il 3 marzo del 2006 a Cercola, poche decine di chilometri da Portici, dove la Formicola è stata assalita da due vigliacchi. Angela stava tornando dal cimitero. Andava a trovare il marito, morto da poco tempo. Sulla strada del ritorno, in via Dalbono è stata aggredita. È rimasta qualche minuto sul marciapiede, senza soccorsi, mentre il sangue le usciva dalla testa. È stata soccorsa da una pattuglia di vigili urbani, con loro c’era anche il vicesindaco di Portici. Un’ambulanza ha portato Angela in ospedale, dove è stata sottoposta a un delicato intervento chirurgico alla testa. Le sue condizioni sono gravi, i medici si sono riservata la prognosi.I vigili hanno usato il cellulare di Angela per avvertire i familiari: dalla memoria dell’apparecchio, hanno scovato il numero di telefono di Fabio, uno dei tre figli della donna.

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=284838

Read Full Post | Make a Comment ( None so far )

La tratta dei “bimbi schiavi” in Italia

Posted on August 23, 2008. Filed under: italia tua | Tags: , , , , , , |

Roma – Bambini costretti a rubare, spacciare droga, mendicare o, nella migliore delle ipotesi, lavorare sfruttati. Sono tanti, troppi i minori costretti a subire questi trattamenti che sfociano nella schiavitù. Sono centinaia, forse migliaia, i piccoli schiavi che in Italia vivono “borderline” e quasi sempre restano invisibili, senza che nessuno possa proteggerli sottraendoli a un destino tragico. E’ un quadro drammatico quello che emerge dal nuovo dossier di Save the Children,
diffuso oggi alla vigilia della Giornata internazionale in ricordo della schiavitù e della sua
abolizione.

Vittime più ricattabili “I bambini sono funzionali al business della tratta – spiega Carlotta Bellini di Save the Children – perché più facilmente ricattabili e
assoggettabili di un adulto, o perché un bambino, magari con un handicap fisico, desta più
pietà. Inoltre sotto i 14 anni i minori non sono imputabili, di qui il loro impiego in attività illegali
come furti o scippi o come corrieri della droga, per non parlare della richiesta di minori
utilizzati nel mercato della prostituzione”.

I dati E’ impressionante il volume d’affari che ruota intorno alla tratta degli schiavi. I 2,7 milioni di schiavi (l’80% donne e bambini) fruttano alle organizzazioni criminali 32 miliardi di dollari l’anno. Ma quanti sono gli schiavi in Italia? Secondo i dati ufficiali – ovvero coloro che hanno chiesto e ottenuto aiuto – le vittime sono 54.

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=285001

Read Full Post | Make a Comment ( None so far )

Clandestini e rom, ancora rapine Il Comune: «Pronta l’ordinanza»

Posted on August 23, 2008. Filed under: news su internet | Tags: , , , , , , , |

Aggredite per strada in pieno giorno, ferite e rapinate. Sempre donne, meglio se anziane, nel mirino di una microcriminalità alimentata da zingari e clandestini. L’altro pomeriggio infatti un adolescente, ben noto alle forze dell’ordine, ospite di un campo sosta autorizzato ha rapinato una passante mentre un sudanese, fermato già 37 volte, ha strappato la collanina a una novantenne. E ora il Comune annuncia il giro di vite: il mese prossimo, assicura il vice sindaco Riccardo De Corato, la giunta porterà in consiglio un’ordinanza contro accattoni e vagabondi.Era infatti ospite dell’area attrezzata di via Triboniano il quattordicenne che insieme a un coetaneo, quasi sicuramente rom, l’altro giorno verso le 14.30 ha aggredito una donna di 47 in via Boscovich, traversa che collega Buenos Aires alla Centrale. La vittima ha resistito, procurandosi una lussazione alla spalla e i due piccoli balordi sono scappati.La donna ha fermato una volante, passata proprio in quel momento e gli agenti si sono lanciati all’inseguimento degli zingarelli, riuscendo ad acchiapparne uno. Il ragazzino è stato identificato come un rom di 14 anni, già fermato diverse volte con numerosi alias, ma soprattutto residente in Triboniano dove, in seguito al patto di legalità, dovrebbero abitare solo incensurati e persone per bene. Quanto meno in linea teorica.Quasi contemporaneamente un sudanese di 35 anni stava chiedendo l’elemosina dall’altro lato delle città, in via Negroli, traversa di viale Corsica, per la precisione, quando è passata una vecchina di 90 anni.

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=284983

Read Full Post | Make a Comment ( None so far )

A bordo non si parla catalano Il Barcellona cambia aereo

Posted on August 2, 2008. Filed under: internet news rivista | Tags: , , , , , , , , |

Avevano già stabilito tutto. Volo da Pisa a Chicago e da lì a New York. Poi, all’improvviso, un fulmine a ciel sereno. L’Fc Barcellona non viaggerà con il charter affittato alla compagnia Ltu, comprata da poco da Air Berlin. Il motivo: l’equipaggio non parla catalano. Proprio così. La compagnia tedesca ha confermato ieri la notizia citando una telefonata nella quale il club spiega la rinuncia per ragioni «indubbiamente legate alla lingua». L’idea non appare come tentativo di compiacere i giocatori, visto che tra i titolari probabilmente solo Puyol, Xavi Hernández, e l’allenatore Guardiola parlano catalano mentre i vari Messi, Eto’o, Henry o Silvinho e compagnia avrebbero probabilmente compreso meglio l’inglese.La scelta sembra invece una presa di posizione nella sfida che Air Berlin ed il governo delle Baleari hanno iniziato la scorsa primavera, proprio per il catalano. Il governo catalofono delle isole ha infatti chiesto ai tedeschi di usare la lingua autoctona a bordo degli aerei che ogni anno riversano milioni di turisti sulle isole. Ma Air Berlin si è negata, ed ha anzi denunciato il monolinguismo (le autorità baleari hanno bandito lo spagnolo dall’amministrazione), il che ha portato ad una guerra aperta tra compagnia e governo. La decisone del Barça sembra ora voler dare una mano ai “cugini” delle Baleari. Questa volta però Air Berlin non si è scomposta. «Accettiamo sportivamente la decisone», hanno fatto sapere dalla Germania.

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=280421

Read Full Post | Make a Comment ( None so far )

Il memoriale Karadzic: «I serbi? Vittime dei media musulmani»

Posted on August 2, 2008. Filed under: new web | Tags: , , , , , , , |

L’AIA. «Non in grado di tenere fede all’impegno preso a nome degli Usa, Richard Holbrooke è passato al piano B: liquidare Radovan Karadzic». Con queste parole, scritte in un documento consegnato ieri al Tpi, l’ex leader serbo bosniaco conferma l’accusa mossa ieri agli Usa. Nel documento, Karadzic elenca una serie di «gravi irregolarità», tra cui le circostanze del suo arresto a Belgrado, che renderebbero per lui «inimmaginabile» la possibilità di poter contare su un processo giusto. In cima alle irregolarità denuncia «la caccia alle streghe» cominciata dai media musulmani, che lo avrebbe «proclamato criminale di guerra in un momento in cui le sole vittime erano i serbi», e proseguita poi da quelli internazionali. «Io non ero nelle condizioni di rispondere in modo adeguato cosicché è ora inimmaginabile che questa Corte possa assolvermi. Credo che questi fatti compromettano seriamente lo stesso processo ed escludano ogni possibilità di regolarità», denuncia Karadzic, 63 anni. La parte più consistente del documento è dedicata al patto di impunità non mantenuto dagli Usa, che sarebbe stato siglato durante i negoziati di Dayton che misero fine alla guerra bosniaca. Ma per l’ex inviato speciale nei Balcani, il ministro svedese Carl Bildt, il mancato arresto di Karadzic in questi 13 anni non è dovuto a ragioni politiche, ma alla mancanza di volontà di Washington, “scottata” dalla perdita di 18 uomini durante un’operazione disastrosa condotta nel 1993 per arrestare un capo di guerra in Somalia.

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=280371

Read Full Post | Make a Comment ( None so far )

Liked it here?
Why not try sites on the blogroll...